Area Fuoco

Grazie a modelli tridimensionali proiettati sarà rappresentato: il fuoco, inteso come “focolare domestico”. La proiezione colpisce il visitatore soprattutto sotto l’aspetto emozionale, perseguendo lo scopo di incuriosire e accentuare il senso di meraviglia.

Grazie a modelli tridimensionali sarà rappresentata una suggestiva proiezione stereoscopica e dinamica del sole, con effetto olografico.

Modello del Sole: una suggestiva proiezione stereoscopica del Sole ne illustra la struttura, costituita da “gusci” concentrici. Il modello 3D, mostrerà uno spaccato del sole, consentendo così di vederne la struttura interna costituita da: nucleo, zona radiativa, zona convettiva, fotosfera, cromosfera e corona.

Tramite un pannello fotovoltaico verrà mostrato come si può sfruttare l’energia elettromagnetica proveniente dal Sole trasformandola in altri tipi di energia.

I visitatori utilizzeranno dei leggeri occhiali 3D passivi in plastica o carta composti da filtri polarizzati (tipo Polaroid). In questo modo sarà possibile spiegare il fenomeno della polarizzazione.

Attraverso termometri potrà essere poi possibile misurare la temperatura delle piastrelle e scoprire che la sensazione provata non è coerente con le temperature misurate negli oggetti. La sensazione di caldo o freddo non dipende infatti solo dalla temperatura di un oggetto, ma soprattutto dalla conducibilità termica del materiale di cui è fatto.

Grazie a modelli tridimensionali proiettati sarà rappresentato l’esperimento della convezione. La scelta della virtualizzazione favorisce da un lato il maggiore coinvolgimento del visitatore e dall’altro, la possibilità di inserire informazioni supplementari, voci narranti ed altri effetti utili alla comprensione.

Il visitatore può osservare alcuni fenomeni di riflessione e interferenza e numerose analogie tra onde nell’acqua e onde luminose.

Grazie a modelli tridimensionali proiettati sarà rappresentato l’esperimento della diffrazione da un foro circolare.