Itinerari

Sila Piccola: Taverna – Villaggio Mancuso – Villaggio Racise – Ciricilla

Taverna – Villaggio Mancuso: 11.1 km Tempo 18 min.  / Villaggio Mancuso – Villaggio Racise: 3.1 km Tempo 5 min.  / Villaggio Racise – Ciricilla:  8.6  km  Tempo 11 min.

Taverna: si trovano il Villaggio Mancuso e gli impianti sciistici di Ciricilla. Taverna è famoso per aver dato i natali al celebre pittore Mattia Preti, del quale conserva numerose opere presso il locale Museo Civico. Si arriva partendo da Villaggio Mancuso e percorrendo la statale n. 179, verso Catanzaro, per circa 16 chilometri. Nei pressi di Taverna si può visitare anche il comune di Pentone.

Villaggio Mancuso Villaggio immerso nel verde, situato tra il lago Serbatoio del Passante e i monti Gariglione e Femminamorta, nel comune di Taverna. Il villaggio ha una buona ricettività alberghiera ed è vicino alle più importanti zone turistiche della Sila Piccola, agli impianti sciistici di Ciricilla, alla riserva biogenetica della Poverella e alla località Racise.  Caratteristiche sono le decorazioni esterne delle sue casette in legno.

Località Monaco: Villaggio Racise – Ciricilla Località Monaco ospita il Centro Visitatori – Area Sila Piccola del Parco Nazionale – che offre numerose attrazioni culturali e naturalistiche. Nel Centro si trovano: il Giardino delle erbe aromatiche e officinali, il “Centro Dimostrativo Daini”, il “Centro Ambientamento e Diffusione” dei caprioli e dei cervi. Lungo il sentiero didattico, che scende nella piccola e lussureggiante valle del torrente Simmerino, si incontrano bellissimi ponticelli in legno e fedeli ricostruzioni di antiche capanne e carbonaie. Bellissimo il laghetto montano circondato da altissimi pini laricio. Visitato il Centro di Monaco, bastano pochi chilometri per arrivare al Villaggio Racise, alle piste da discesa di Ciricilla e a quelle di fondo delle località di Tirivolo e Buturo.

Sila Grande: Camigliatello Silano- Croce di Magara – Silvana Mansio

Camigliatello Silano- Croce di Magara: 5.6 km tempo: 7 min. / Croce di Magara – Silvana Mansio: 9.1 km  tempo 9 min. circa

Camigliatello Silano Camigliatello è situato a 1272 metri s. l. m, nel comune di Spezzano della Sila, tra Cosenza e San Giovanni in Fiore. È la più famosa località turistica montana della Calabria, stazione di soggiorno sia invernale sia estiva. È posta in una zona centrale dell’Altopiano da cui si possono raggiungere numerose località di interesse turistico. Circondata da fitti boschi di conifere, dista pochi chilometri dal lago Cecita e dal Centro Visitatori di Cupone, nel Parco Nazionale della Sila. Frequentatissimo in inverno e in estate, Camigliatello è dotato di impianti di risalita e piste per gli sport invernali situati sul monte Curcio. Il centro ha un’innata vocazione turistica, consolidatasi nei decenni, come dimostra l’ampia offerta di infrastrutture ricettive alberghiere, di ristoro e ricreative. Notevole è anche l’offerta di prodotti artigianali e gastronomici tipici dell’altopiano silano.

Croce di Magara Frazione del comune di Spezzano della Sila, a pochi chilometri da Camigliatello, conosciuta per la famosa Riserva Naturale Biogenetica di Fallistro, una delle aree protette più visitate della Sila, dove si possono ammirare gli alberi ultracentenari, noti come “Giganti della Sila”. La Riserva del Fallisto è un’area protetta destinata allo studio, alla ricerca e alla conservazione genetica del pino laricio, che risulta essere la specie dominante sul pioppo tremulo, sul faggio e sull’acero montano. Nei mesi compresi tra giugno e ottobre è consentita la visita a piedi, lungo un percorso obbligato. Si stima che la pineta sia stata impiantata circa 350 anni fa, tra il 1620 e il 1650. Le piante più vecchie, 52 pini laricio e 7 aceri montani, sono state numerate e classificate. I diametri del loro fusto, misurati a 130 cm. dal suolo, sono compresi tra i 71 e i 187 centimetri. L’altezza media di queste piante è di 35 metri; alcune sfiorano i 43 metri.

Silvana Mansio Silvana Mansio è un villaggio situato tra il monte Botte Donato e il monte Carrumangu. È nato negli anni Trenta ad opera dell’industriale varesino Alessandro Vannotti, alla cui volontà si deve anche la costruzioni della piccola chiesa intitolandola a Sant’ Alessandro martire. Silvana Mansio è un bellissimo centro residenziale non interessato dal turismo di massa, immerso in un paesaggio incantevole, a poca distanza dalle più famose località di Lorica e di Camigliatello silano.

Sila Piccola: Villaggio Palumbo – San Giovanni in Fiore

Villaggio Palumbo – San Giovanni in Fiore: 18.9  Tempo 23 min. / San Giovanni in Fiore – Castelsilano: 10.8 km Tempo 16 min.

Villaggio Palumbo Villaggio Palumbo si trova sulle pendici del monte Gariglione, adagiato sulle sponde del lago Ampollino, un bacino artificiale immerso in una natura incontaminata e selvaggia, che raccoglie le acque dell’omonimo fiume. Con i suoi 400 ettari di estensione, Villaggio Palumbo è tra i villaggi più attrezzati del Mezzogiorno per gli sport invernali, estivi e per il soggiorno; è in grado di ospitare migliaia di turisti e di offrire ogni servizio e divertimento. Il villaggio è costituito da residence, ville e alberghi immersi in una foresta di pini e di faggi secolari. Numerose sono le sue infrastrutture turistiche e sportive, estive e invernali, che ne fanno il villaggio più attrezzato dell’intero altopiano silano. Ricordiamo le piste artificiali di bob, gli impianti di risalita e il Palaghiaccio.

San Giovanni In Fiore San Giovanni in Fiore sorge ai piedi del Monte Nero, su un ripido pendio che sovrasta la confluenza dei fiumi Neto e Arvo. Nella parte più bassa del paese, in prossimità della confluenza dei due corsi d’acqua, si trova la celebre Abbazia Florense fondata dall’abate Gioacchino da Fiore. A partire da questo centro religioso medievale, si sviluppò l’intero abitato, fino a raggiungere la sommità della Serra Cappuccini. Il paese, che è il centro più popoloso della Sila, è attraversato dalla strada a scorrimento veloce n. 107 e si trova, all’incirca, a metà percorso tra Cosenza e Crotone. Nel territorio si trovano le cime di Monte Nero (1.881 m.), Volpintesta (1.730 m.), Carlomagno (1.670 m.) e i bacini artificiali Ampollino, Arvo e Volturino. San Giovanni in Fiore vanta un patrimonio architettonico degno di interesse. Tra gli edifici sacri si ricordano: l’Abbazia Florense, la chiesa di Santa Maria delle Grazie o chiesa Matrice, la chiesa dell’Annunziata, la chiesa dei Padri Cappuccini, la chiesa della Cona o chiesa di S. Maria della Sanità, la chiesa del Carmelo, la chiesa dell’Ecce Homo, la chiesetta del Crocefisso, la chiesa di S. Maria dei Tre Fanciulli.

Sila Grande: Lorica – Rovale – Monte Botte Donato

Lorica – Rovale: 5.1 km Tempo: 5 min. / Rovale – Monte Botte Donato: 14.6 km Tempo: 15 min.

Lorica Lorica è una suggestiva località montana situata tra i comuni di S. Giovanni in Fiore e Pedace, a 1314 m. di altitudine, sulle sponde del lago Arvo. Grazie alla costruzione e alla messa in funzione degli impianti di risalita del Cavaliere, Lorica sta riacquistando un’importanza turistica di primo piano nel panorama silano. Dalla stazione del Cavaliere è possibile raggiungere, in cabinovia, il rifugio sulla cima del monte Botte Donato, la più alta montagna della Sila. Giunti sulla vetta, a 1928 metri s. l. m, si può ammirare un panorama di suggestiva bellezza. D’inverno si può riscendere sciando sulle piste innevate.

Lorica ha una buona ricettività alberghiera e offre molti servizi tra cui un presidio di guardia medica. Nel Complesso del Cavaliere è stata recentemente installata una pista di bob artificiale lunga circa 1000 metri. Il modernissimo impianto, costruito secondo i più severi criteri di sicurezza, è aperto tutto l’anno. Da Lorica, in pochi minuti, si possono raggiungere altre importanti località turistiche.

Rovale / Passo della Cornacchia Percorrendo la strada statale n. 108bis, in direzione San Giovanni in Fiore, si arriva al Passo della Cornacchia in Rovale. In questa località è sorto, alcuni decenni fa, un importante camping sulla riva del lago tra i pini secolari. All’interno del campeggio sono offerti numerosi servizi tra i quali uno spaccio ben fornito. Lasciato il camping, continuando a procedere verso San Giovanni in Fiore, si arriva dopo pochi chilometri a Rovale, un centro agricolo costruito dall’Opera Valorizzazione Sila dove sono attive alcune strutture ricettive, e si possono trovare e degustare i prodotti tipici locali.

Rifugio Monte Botte Donato / Strada delle Vette Partendo da Rovale e percorrendo la statale n. 108bis verso Lorica, dopo pochi minuti si incontra il bivio per il rifugio del monte Botte Donato. Percorrendo la strada interna si arriva al rifugio. Il rifugio sulla vetta del monte Botte Donato, il più alto della Sila con i suoi 1928 metri di altitudine, è uno degli angoli più suggestivi della Sila. Raggiunta la cima, il panorama è incantevole: si può ammirare il lago Arvo, le cime più alte della Sila e, condizioni meteo favorevoli, il Pollino, lo Stromboli e l’Etna. Il rifugio offre anche servizi di ristorazione ed è raggiungile in auto e in cabinovia partendo dalla stazione in località Cavaliere, a Lorica.